Chiudi

Cos’è un guest post, a cosa serve e come ottenerlo

Guest post: cos’è?

Il guest post, nell’ambito del digital marketing, è la pubblicazione di un articolo con almeno un riferimento alla propria azienda o attività su un altro sito web. Il riferimento può consistere anche solo in una menzione o citazione, senza essere interamente incentrato sull’azienda o la sua attività.

Guest post cos'è

A cosa servono i guest post?

Generalmente i guest post sono di particolare interesse per blogger e aziende.

  • Per un blogger, il guest post è un ottimo modo per far conoscere il proprio nome e costruire relazioni con altri blogger o editori. Può essere informativo o creativo ed è perfetto per condividere le proprie conoscenze e idee con nuovi utenti.
  • Per le aziende il guest post è utile a far conoscere il brand e proporre prodotti o servizi ad un nuovo target di pubblico. Il guest post può essere interamente incentrato sull’azienda (o su uno dei suoi prodotti o servizi) e assumere così un taglio pubbliredazionale, oppure trattare in modo più ampio un tema inerente al suo settore.
  • Il guest posting rappresenta un’efficace strategia per migliorare l’ottimizzazione sui motori di ricerca (SEO). Infatti, i guest post possono includere link che rimandano al proprio sito web (backlink) aumentando la DA (Domain Authority). Il che può contribuire a migliorare il posizionamento del sito nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP).
  • Inoltre, i guest post possono aiutare a proporsi come esperti di settore. Scrivendo contenuti di qualità e su argomenti rilevanti, è possibile mostrare ai potenziali clienti il proprio livello di competenza e affidabilità.

Definire gli obiettivi

Il primo passo è definire con precisione l’obiettivo principale che si desidera raggiungere. In base a questo, cambia la scelta dei siti web per guest post e cambia la tipologia e il tono degli articoli da preparare.

Ad esempio, se l’obiettivo principale fosse quello di proporsi come esperti del settore sarà necessario innanzitutto selezionare soltanto i siti e le testate più autorevoli del settore. Inoltre, gli articoli dovranno essere esaustivi e originali, affrontando il tema come farebbe un grande esperto.

Nel caso ci si volesse focalizzare sulla diffusione del brand o sulla proposta dei prodotti, sarà invece indispensabile scegliere siti con la tipologia di pubblico più in linea con il brand. Anche la tipologia di articoli cambierebbe in questo caso. Un riferimento al prodotto, nel punto giusto del testo, potrebbe bastare a suscitare l’interesse del lettore.

Se l’intento fosse invece quello di migliorare il posizionamento sui motori di ricerca, la selezione dei siti per guest post e dei tipi di articoli da pubblicare dipende dall’analisi e strategia SEO che si decide di adottare.

Ovviamente, questi obiettivi potrebbero anche essere combinati tra loro e in tal caso bisogna trovare il giusto compromesso e una strategia adeguatamente bilanciata.

Come fare guest posting

Guest post obiettivi

Abbiamo visto i benefici che possono derivare da questo genere di attività e la necessità di definire almeno un obiettivo principale. Ma, nella pratica, come funziona il guest posting?

Sebbene, come detto, ci sono delle differenze in base agli obiettivi da raggiungere, è possibile definire una linea generale:

  • Crea una programmazione. Inizia con una programmazione periodica delle uscite, in modo da organizzare tutto al meglio. Un calendario delle pubblicazioni previste che col tempo andrai ad aggiornare. Per cominciare, ad esempio, potresti ipotizzare la pubblicazione di un guest post al mese.
  • Ricerca i siti web. La ricerca dei siti web più in linea con la strategia è una fase un po’ delicata in quanto bisogna prendere in considerazione molti aspetti. La tipologia di pubblico, l’autorità del sito, il suo traffico e la sua reputazione, lo stato di salute del profilo backlink sono alcuni dei fattori più importanti da valutare.
  • Invia richieste alle redazioni. A questo punto puoi iniziare a contattare la redazione o lo staff di ciascun sito per verificare la disponibilità al guest posting e richiederne le modalità e i dettagli (vedi prossimo paragrafo). Meglio comunque inviare più richieste di quanti sono i guest post in programmazione; bisogna infatti prevedere che non tutti risponderanno e non tutti avranno delle condizioni ideali al tuo caso.
  • Seleziona i siti web. Una volta ricevute le info richieste, potrai passare alla fase di selezione e scarto. Dai conferma all’editore e accordati sui vari dettagli, come ad esempio il prezzo definitivo o la data di pubblicazione.
  • Crea e invia gli articoli. In base agli accordi presi con i singoli publisher, puoi ora iniziare con la stesura degli articoli che, una volta completati, dovrai inviare alle varie redazioni.
  • Approvazione, pagamento e pubblicazione guest post. Se hai seguito le indicazioni del publisher, quasi sicuramente l’articolo sarà approvato. Se si tratta di un guest post a pagamento, ti sarà spesso richiesto il saldo prima della pubblicazione. Normalmente (ma non sempre…) riceverai dall’editore una conferma di pubblicazione con il relativo link.
  • Controllo e monitoraggio. Non ti resta quindi che visitare la pagina del guest post e controllare che sia tutto a posto. Per concludere, aggiorna il calendario di programmazione e non dimenticarti di tenere monitorata la corretta permanenza dell’articolo secondo gli accordi presi inizialmente.

Gli aspetti da chiarire con il publisher

  • Redazione dell’articolo. Chi si occupa della scrittura dell’articolo? Tu inserzionista oppure l’editore. Questo dipende dagli accordi ma generalmente l’articolo viene scritto dall’inserzionista e poi inviato alla redazione del sito che potrà approvarlo o meno. Tieni anche presente che nel caso in cui l’articolo fosse a cura dell’editore, dovrai quasi certamente pagare il servizio di redazione.
  • Requisiti e specifiche da rispettare. L’articolo deve rispettare determinate linee guida? C’è un minimo e/o un massimo di lunghezza? Deve includere almeno un’immagine? Deve rispettare in modo scrupoloso tutte le regole SEO o magari solo alcune? Ci sono argomenti che non si possono trattare? Può contenere link? Quanti? DoFollow o NoFollow? Questi sono solo esempi, ma è bene conoscere tutte le linee guida in modo da evitare successive perdite di tempo. Comunque sarà l’editore a comunicare tutto ciò che è concesso oppure no, quindi basterà chiederglielo.
  • Durata del guest post. Quale sarà il periodo di permanenza online dell’articolo? Un anno? Due? A tempo indeterminato? Anche questa è un’informazione importante da sapere.
  • Tempi di pubblicazione. Quali sono i tempi per la pubblicazione? È possibile pubblicare l’articolo in una data specifica? Utile sopratutto per rispettare il proprio calendario di pubblicazione guest post.
  • Costo del guest post. Trovare guest post gratuiti è ancora possibile ma piuttosto difficile. Infatti, escludendo una ristretta cerchia di validi siti per guest post gratuiti (in cui generalmente puoi creare un account e pubblicare in autonomia gli articoli), troverai quasi sempre siti per guest post a pagamento. Il costo dipende dall’autorevolezza e dalla popolarità del sito in questione e può variare da una manciata di euro fino anche a diverse migliaia.

Siti per guest post a pagamento

Whitepress

Trovare siti per guest post a pagamento non è così difficile; basta contattare il sito e se dall’altra parte c’è interesse e disponibilità, probabilmente riceverai una risposta. Esistono tuttavia diverse piattaforme volte a semplificare tutto il processo. Esse si pongono come intermediario tra l’inserzionista e l’editore.

Ecco, a nostro avviso, quali sono le migliori opzioni:

Creando un account su questi siti, si ha la possibilità di operare sia come editore che come inserzionista. Nel primo caso, puoi monetizzare il sito ricevendo richieste di guest posting da altri utenti. Nel secondo caso, puoi ricercare i siti più in linea con i tuoi obiettivi per la pubblicazione di guest post.

Il vantaggio è quello di semplificare molto la fase di ricerca e selezione. Questo grazie a un’ampia scelta di siti web disponibili al guest posting, ognuno dei quali provvisto di tutte le informazioni principali (prezzo, requisiti, dati sul sito, ecc.).

Naturalmente, tutte queste piattaforme trattengono una percentuale sul costo del guest post ma c’è da dire che si trovano offerte molto interessanti anche a partire da pochi euro.

Siti per guest post gratuti

Ecco invece alcuni dei migliori siti per pubblicazioni gratuite:

  • comunicati-stampa.net
  • informazione.it
  • nellanotizia.net

Per concludere

Nella speranza che questo articolo ti abbia un po’ chiarito le idee su questo argomento, ti ricordiamo che se non avessi le competenze o il tempo per svolgere in autonomia questa attività, puoi contattare il team di ONiDEA adv!

Compila questo modulo per richidere un preventivo o maggiori informazioni sui nostri servizi.